Perchè queste apparizioni

Perchè queste apparizioni

Un vitale progetto di salvezza Non potremmo comprendere il perché delle straordinarie apparizioni...

Un avvenimento irripetibile

Un avvenimento irripetibile

Storia delle apparizioni di Medjugorje Le apparizioni di Medjugorje costituiscono un avvenimento ...

Tematiche dei messaggi

Tematiche dei messaggi

I messaggi mariani di una Maestra di una scuola speciale I messaggi mariani di Medjugorje son...

  • Perchè queste apparizioni

    Perchè queste apparizioni

  • Un avvenimento irripetibile

    Un avvenimento irripetibile

  • Tematiche dei messaggi

    Tematiche dei messaggi

Prev Next
Messaggio del 25 Novembre 2014

Messaggio del 25 Novembre 2014…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Novembre 2014 dato attraverso Mirjana

Messaggio del 2 Novembre 2014 …

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 25 Ottobrte 2014

Messaggio del 25 Ottobrte 2014…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Ottobre 2014 dato attraverso Mirjana (3)

Messaggio del 2 Ottobre 2014 d…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 25 Settembre 2014

Messaggio del 25 Settembre 201…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Settembre 2014 dato attraverso Mirjana (2)

Messaggio del 2 Settembre 2014…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 25 Agosto 2014

Messaggio del 25 Agosto 2014

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Agosto 2014 dato attraverso Mirjana (2)

Messaggio del 2 Agosto 2014 da…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 25 Luglio 2014

Messaggio del 25 Luglio 2014

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Luglio 2014 dato attraverso Mirjana

Messaggio del 2 Luglio 2014 da…

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 25 Giugno 2014

Messaggio del 25 Giugno 2014 …

Commento di Angelo Masciello

Messaggio del 2 Giugno 2014 dato attraverso Mirjana (2)

Messaggio del 2 Giugno 2014 da…

Commento di Angelo Masciello

Pellegrinaggi a Medjugorje con voli speciali per Mostar in 45 minuti 

Pellegrinaggi 

Messaggio del 2 Febbraio 2013 dato attraverso Mirjana

mirjana veggente medjugorje"Cari figli! L’amore mi conduce a voi, l’amore che desidero insegnare anche a voi: l’amore vero! È l’amore che mio Figlio vi ha mostrato quando è morto sulla croce per amore verso di voi. È l’amore che è sempre pronto a perdonare e a chiedere perdono. Quanto è grande il vostro amore? Il mio Cuore materno è triste mentre cerca nei vostri cuori l’amore. Non siete disposti a sottomettere per amore la vostra volontà alla volontà di Dio. Così non potete aiutarmi a far sì che coloro che non hanno ancora conosciuto l’amore di Dio lo conoscano, perché voi non avete il vero amore. Consacratemi i vostri cuori ed io vi guiderò: vi insegnerò a perdonare, ad amare il nemico ed a vivere secondo mio Figlio. E non temete per voi stessi: mio Figlio non lascia nelle difficoltà coloro che amano. Io sarò accanto a voi. Pregherò il Padre Celeste perché la luce dell’eterna verità e dell’amore vi illumini. Pregate per i vostri pastori perché, attraverso il vostro digiuno e la vostra preghiera, possano guidarvi nell’amore. Vi ringrazio ".

Commento

Un messaggio stupendo, meraviglioso, tutto incentrato sull’amore. In un tempo come il nostro in cui la parola amore è abusata o perlomeno usata a sproposito, la Madonna ci ricorda che l’amore, quello vero, non è un vago sentimentalismo ma si esplica concretamente nel duplice comandamento dell’amore verso Dio e verso il prossimo, cui in vari messaggi ha esortato inscindibilmente: “Vi invito tutti a vivere l’amore verso Dio e verso il prossimo nella vostra vita quotidiana. Senza amore, cari figli, non potete fare nulla” (29.5.1986). Amore verso Dio e amore verso il prossimo sono inseparabili e stanno in rapporto reciproco. L’amore verso il prossimo, infatti, può essere messo in pratica solo da chi vive una relazione profonda con Dio. Papa Benedetto XVI ha spiegato questo concetto ricorrendo all’immagine del bambino che diventa capace di amare a partire da una buona relazione con la madre e il padre. E un padre e una madre non amano i figli solo quando lo meritano, ma li amano sempre, anche se naturalmente fanno loro capire quando sbagliano. Allo stesso modo, se l’amore di Dio ha messo radici profonde in una persona, questa è in grado di amare anche chi non lo merita, come appunto fa Dio verso di noi. “Cari figli, vi invito per prima cosa ad amare Dio, Creatore della vostra vita: dopo potrete riconoscere ed amare Dio in tutti, come Lui ama voi” (25.11.1992). E ancora: “Vi esorto all’amore verso il prossimo, soprattutto verso chi vi fa del male. Così, con l’amore, potrete verificare le intenzioni del cuore. Pregate ed amate: con l’amore potrete fare anche ciò che vi sembra impossibile” (7.11.1985)

È questo, sottolinea la MadreCeleste, “l’amore che mio Figlio vi ha mostrato quando è morto sulla croce per amore verso di voi”, un amore che Gesù ci ha insegnato, oltre che con la parola, soprattutto col dono della sua stessa vita sulla croce la quale, non a caso, ha due bracci: il braccio verticale, simbolo dell’amore verso Dio, e il braccio orizzontale, simbolo dell’amore verso il prossimo.

Giovanni Paolo II notava: “Non è facile amare di un amore profondo, fatto di autentico dono di sé. Questo amore si apprende solo alla scuola di Gesù, al calore della sua carità. Fissando lo sguardo su di Lui, sintonizzandoci col suo cuore, diventiamo capaci di guardare ai fratelli con occhi nuovi, in atteggiamento di gratuità e di condivisione, di generosità e di perdono. Tutto questo è misericordia!”

In quest’ultimo messaggio la nostra Mamma Celeste constata con tristezza che non c’è vero amore nei nostri cuori perché non siamo realmente disposti a mettere da parte la nostra volontà per fare la volontà di Dio. “Date a Dio il primo posto nella vostra vita!” è uno degli inviti più ricorrenti nei messaggi mariani giacché “se Dio è al primo posto, allora in tutto ciò che fate voi cercherete la Volontàdi Dio”(25.4.1996).  E in questo modo, senza il vero amore nel nostro cuore, Lei non può fare di noi i suoi apostoli di pace e di amore, capaci di aiutarla “a far sì che coloro che non hanno ancora conosciuto l’amore di Dio lo conoscano”.

Ma non è mai troppo tardi per cambiare vita. Se pure ci sentiamo inadatti, incapaci, peccatori indegni, la Madonna ci invita ad abbandonarci a Lei senza timore usando delle espressioni che ci toccano nel profondo: “Consacratemi i vostri cuori ed io vi guiderò: vi insegnerò a perdonare, ad amare il nemico ed a vivere secondo mio Figlio. E non temete per voi stessi: mio Figlio non lascia nelle difficoltà coloro che amano. Io sarò accanto a voi. Pregherò il Padre Celeste perché la luce dell’eterna verità e dell’amore vi illumini”.  Se ci consacriamo a Maria, Lei ci prende per mano così come siamo, coi nostri limiti, difetti, debolezze, fragilità e peccati, e poi giorno per giorno trasforma il nostro cuore per farlo diventare simile al suo Cuore: “Vi invito a offrirmi i vostri cuori perché io possa cambiarli e farli simili al mio cuore” (15.5.1986).

Il messaggio si chiude, come quasi tutti i messaggi del 2 del mese, con l’invito a pregare e a digiunare per i nostri sacerdoti perché possano guidarci nell’amore secondo la volontà di Dio. Ogni giorno dovremmo dedicare almeno una decina del rosario a questa intenzione. Non dimentichiamo che quanto più diventeranno santi i nostri pastori, tanto più lo diventeremo noi.

Chiediamo alla Madonna che questo messaggio lasci una traccia nel nostro cammino di conversione. Offriamole il nostro cuore e preghiamola che lo trasformi ad immagine del suo.